FONDO SOCIALE PER L’ACCESSO AGLI ALLOGGI IN LOCAZIONE PER LE SPESE SOSTENUTE NELL’ ANNO 2021

Avviso pubblico per la presentazione delle domande di contributo

Data:
27 Settembre 2021
Immagine non trovata

Si rende noto che presso il Comune di Tavullia sarà possibile presentare le domande per la concessione di contributi integrativi per le spese sostenute per il pagamento dei canoni di locazione relativi all’anno 2021 come da delibera della Regione Marche n.1288/2009

 

TERMINE DI SCADENZA PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE 

29 OTTOBRE 2021

A. MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE:

La domanda, debitamente sottoscritta dal richiedente,corredata della documentazione richiesta e di fotocopia di documento di riconoscimento in corso di validità, va redatta su apposito modulo predisposto dall’Amministrazione Comunale, recante le dichiarazioni sostitutive inerenti tutti i requisiti per l'accesso al beneficio richiesto. 

La domanda deve essere presentata entro e non oltre il termine sopra indicato a pena d'esclusione, presso l’Ufficio protocollo Comunale, alla e-mail: sociali@comuneditavullia.it o trasmessa via pec all’indirizzo: comune@pec.comuneditavullia.it;

B. REQUISITI DI ACCESSO AL FONDO GENERALE ex Lege n. 431/1998  E GESTIONE DEL FONDO VINCOLATO

Per poter accedere al contributo è necessario il possesso dei seguenti requisiti oggettivi e soggettivi:

 

Requisiti oggettivi:

a) contratto di locazione regolarmente registrato ai sensi di legge;

b) conduzione di un appartamento di civile abitazione (non di proprietà di Ente pubblico, né reperito attraverso iniziative intraprese dal Comune o altro Ente pubblico), iscritto al N.C.E.U., che non sia classificato nelle categorie A/1, A/8, A/9;

Requisiti soggettivi:

a) cittadinanza italiana o comunitaria ovvero cittadinanza di uno Stato non aderente all’Unione Europea rilasciati ai sensi degli articoli 5 e 9 del D.Lgs. 25/07/1998, n. 286 e succ. mod;

b) residenza anagrafica nel corso dell’anno 2021 presso l’alloggio per il quale si chiede il contributo;

c) mancanza di titolarità, su tutto il territorio nazionale, da parte di tutti i componenti il nucleo familiare anagrafico, del diritto di proprietà, comproprietà, usufrutto, uso o abitazione su un alloggio adeguato alle esigenze del nucleo stesso, ai sensi dell’articolo 2, comma 2°, della Legge Regionale 36/2005;

d) Valore I.S.E.E. (Indicatore Situazione Economica Equivalente) per l’accesso ai contributi e incidenza del canone annuo come segue: 

• FASCIA A – valore ISEE non superiore all’importo annuo 2021 dell’assegno sociale (€ 5.983,64) - incidenza canone/valore ISEE non inferiore al 30%.

• FASCIA B – valore ISEE non superiore all’importo annuo 2021 di 2 assegni sociali (€ 11.967,28) - incidenza canone/valore ISEE non inferiore al 40%.

Il valore ISEE è diminuito del 20% in presenza di un solo reddito, derivante da lavoro dipendente o da pensione, in nucleo familiare monopersonale.

 

D. CRITERI DI EROGAZIONE ED IMPORTO MASSIMO DEL CONTRIBUTO 

Il contributo è calcolato avvalendosi del software di gestione messo a disposizione di ogni Comune da parte della Regione Marche, sulla base dell’incidenza del canone annuo, al netto degli oneri accessori, sul valore I.S.E.E. calcolato ai sensi della vigente normativa:

 

• FASCIA A –  il contributo massimo concedibile è tale da ridurre l'incidenza al 30% per un massimo corrispondente ad ½ dell'importo annuo dell'assegno sociale (max € 2.991,82);

• FASCIA B – il contributo massimo concedibile è tale da ridurre l'incidenza al 40% per un massimocorrispondente ad 1/4 dell'importo annuo dell'assegno sociale (max € 1.495,91).

Il contributo come sopra determinato, verrà riparametrato da ciascun Comune in misura proporzionale all'effettiva entità del Fondo a sua disposizione per il sostegno all'accesso agli alloggi in locazione.

 

• Al fine di evitare procedimenti che non portino benefici apprezzabili ai richiedenti, non si darà comunque corso all'erogazione del contributo qualora di importo inferiore alla soglia minima di euro 100,00 per la FASCIA A  ed euro 80,00 per la FASCIA B.

 

D.1 PRECISAZIONI

Il valore del canone è quello risultante dal contratto di locazione regolarmente registrato, al netto degli oneri accessori, risultante dall’ultimo aggiornamento, ai fini del pagamento dell’imposta di registro.

 

Qualora la domanda di contributo provenga da persona diversa dal titolare del rapporto locativo, il richiedente deve comunque appartenere al nucleo familiare del predetto titolare e pertanto avere residenza anagrafica nel medesimo appartamento; in tal caso è richiesta la dichiarazione che nessun altro soggetto facente parte del nucleo anagrafico ha presentato domanda di contributo.

Qualora l’abitazione per la quale si chiede il contributo sia occupata da più nuclei familiari anagraficamente tra loro distinti (coabitanti), deve essere inoltrata una sola richiesta.

 

Sulla domanda di contributo il richiedente deve specificare se ha già percepito o se ha fatto richiesta di contributi per il pagamento dei canoni relativi al medesimo periodo, compresi quelli per l’autonoma sistemazione di cui all’articolo 7 dell’Ordinanza Ministro Interni n. 2688 del 28.9.1997 e successive modificazioni; in entrambi i casi il richiedente avrà cura di precisare:

1) l’importo richiesto e/o già percepito; 

2) la normativa in base alla quale fu presentata la domanda.

Al ricorrere delle ipotesi di cui ai commi precedenti, il Comune concede un contributo massimo pari alla differenza tra l’ammontare dell’importo concedibile ai sensi dell’articolo 11 della legge n. 431/1998 e la somma già percepita dal richiedente ad altro titolo; restano salvi ulteriori divieti di cumulo espressamente stabiliti con legge. 

Si ricorda che tutte le detrazioni per canoni di locazione previste dalla legge di cui il richiedente fruisca nella dichiarazione dei redditi, non sono cumulabili con il contributo fondo affitti (art. 16 del TUIR; art. 10 c. 2 L. 431/98).

 

E. MODALITA’ DI FORMULAZIONE DELLA GRADUATORIA ED EROGAZIONE DEI CONTRIBUTI 

Le domande verranno selezionate in conformità ai criteri adottati dall’Amministrazione Comunale di Tavullia.

Si procederà poi all'istruttoria delle domande pervenute dai cittadini ivi residenti, nei termini indicati dal presente Avviso ed alla formulazione di una graduatoria in ordine crescente di valore I.S.E.E.  per i richiedenti l’accesso al Fondo generale ex lege n. 431/1998 (requisiti di cui al paragrafo C.1). In caso di parità precede il nucleo familiare richiedente con il maggior numero di minori. In caso di ulteriore parità si procede a sorteggio. 

 

Qualora, una volta ripartito il fondo non si vada al suo esaurimento l'eventuale quota residua verrà ripartita in maniera proporzionale tra i beneficiari già individuati comunque entro i limiti di contributo massimo concedibile previsto rispettivamente per la Fascia A e la Fascia B, al precedente paragrafo D.

Il contributo verrà erogato agli aventi diritto successivamente all’effettiva erogazione del finanziamento regionale pertanto l’ammissione in graduatoria non comporta necessariamente il diritto alla liquidazione del contributo stesso.

 

F. ULTERIORI SPECIFICAZIONI

• Il conduttore deve dimostrare l’effettivo pagamento dei canoni mediante inoltro di copie delle ricevute di pagamento in sede di presentazione della domanda, relative all’anno 2021 o ai mesi dovuti per ’alloggio per il quale viene richiesto il contributo, ovvero tramite dichiarazione rilasciata dal proprietario dell’alloggio su richiesta del conduttore, in cui si attesta il versamento del canone per l’intero importo dovuto per l’anno 2021. In merito si precisa che si provvederà, senza inoltrare ulteriori avvisi, a liquidare il contributo ai richiedenti ammessi, esclusivamente con riferimento alla documentazione allegata all’istanza, senza che l’interessato possa successivamente pretendere ulteriori liquidazioni a suo favore. 

• Si procederà, ai sensi del DPR n. 445/2000 e dei rispettivi Regolamenti Comunali, ad idonei controlli, anche a campione e ogni qualvolta sorgano ragionevoli dubbi sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive rilasciate dai richiedenti il contributo, nel rispetto anche di quanto previsto dalla vigente normativa in particolare con riferimento ai casi di certificazione  I.S.E.E. in cui i redditi dichiarati risultino pari a zero. 

 

G. DICHIARAZIONI E DOCUMENTI:

LA DOMANDA DEVE ESSERE INVIATA DAL SITO ISTITUZIONALE COMUNALE www.comuneditavullia.it ALLA SEZIONE ISTANZE ON-LINE O DALLA APP “MYTAVULLIA” 

clikka su questo link:  https://comuneditavullia.it/istanze-online/istanza-dettaglio/529417

 

ALLEGANDO I SEGUENTI DOCUMENTI:

• Copia del contratto di locazione ovvero dichiarazione che fornisca le indicazioni necessarie per recuperare il contratto stesso se già presentato al Comune al quale è rivolta l'istanza;

• Copia delle ricevute di pagamento affitto delle mensilità dell’anno 2021 corrisposte, alla data di presentazione della domanda, al proprietario, riferite all’alloggio per il quale si richiede il contributo;

• Copia ricevuta di pagamento dell’imposta di registro relativa all’anno 2021 (Mod F23) ovvero, nel caso in cui il proprietario abbia optato per la  cedolare secca, copia della comunicazione o della ricevuta di registrazione del contratto di locazione attestante la suddetta opzione;

• Copia del documento di riconoscimento in corso di validità ovvero recante in calce la dichiarazione che i dati ivi trascritti sono tuttora validi e veritieri (in carenza di documento allegato, la sottoscrizione della domanda dovrà essere autenticata nelle forme tradizionali);

Solo i documenti da allegare possono essere inviati anche alla mail: mercolini@comuneditavullia.it

 

Inoltre i cittadini non appartenenti a Paesi dell’Unione europea dovranno, in ogni caso:

• Allegare Carta di soggiorno ovvero permesso di soggiorno rilasciati ai sensi degli articoli 5 e 9 del D.Lgs. 25/07/1998, n. 286 e succ. mod.

 

Lì 27/9/2021

 

​​La Responsabile Area Servizi alla Persona

​     D.ssa Barbara Piatti

 

Informativa generale sul trattamento di dati personali 
per cui non è necessario il consenso dell’interessato

Questa Amministrazione Comunale è titolare del trattamentodei dati personali disposti da una specifica norma di legge e il cui conferimento sia obbligatorio per legge. Per questa amministrazione  il Responsabile Comunale della Protezione dei Dati Personali, è il Dr.Bruno Rosati a cui gli interessati possono rivolgersi per tutte le questioni relative al trattamento dei loro dati personali e all’esercizio dei loro diritti derivanti dalla normativa nazionale e comunitaria in materia di protezione dei dati personali I dati sono trattati in modalità cartacea e quindi sono raccolti in schedari debitamente custoditi con acceso riservato al solo Responsabile del trattamento e ai suoi incaricati e mediante sistemi informatici, mediante memorizzazione in un apposito data-base, gestito con apposite procedure. L’accesso a questi dati è riservato al solo Responsabile del trattamento e ai suoi incaricati. Sia la struttura di rete, che l’hardware che il software sono conformi alle regole di sicurezza imposte dall’AGID (Agenzia per l’Italia Digitale - http://www.agid.gov.it ) per le infrastrutture informatiche della Pubblica Amministrazione. L’ubicazione fisica dei server è all’interno del territorio dell’Unione Europea. La raccolta di questi dati personali è per questa Amministrazione Comunale obbligatoria, ed un eventuale rifiuto al conferimento volontario dell’interessato determina l’obbligo dell’acquisizione d’ufficio del dato. I dati raccolti non possono essere ceduti, diffusi o comunicati a terzi, che non siano a loro volta una Pubblica Amministrazione, salvo le norme speciali in materia di certificazione ed accesso documentale o generalizzato. Per ogni comunicazione del dato a terzo che non sia oggetto di certificazione obbligatoria per legge o che non avvenga per finalità istituzionali nell’obbligatorio scambio di dati tra PA, l’interessato ha diritto a ricevere una notifica dell’istanza di accesso da parte di terzi e in merito alla stessa di controdedurre la sua eventuale contrarietà al trattamento. Questo trattamento di dati personali, qualora contempli la raccolta e l’archiviazione di dati personali sensibili e/o giudiziari, viene eseguito solo su apposita normativa che rende obbligatorio detto trattamento o con apposita autorizzazione del Garante Italiano della Privacy. I dati personali oggetto del presente trattamento sono stati acquisiti o direttamente dall’interessato o mediante acquisizione da altra fonte pubblica. Il trattamento dei dati in oggetto essendo obbligatorio per legge non ha scadenza. Le norme che disciplinano il trattamento sono il Codice italiano in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs. 30/06/2003 n. 196) e il REGOLAMENTO (UE) 2016/679 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 27 aprile 2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati.

L’esercizio dei suoi diritti potrà avvenire attraverso contatto diretto e/o invio di una richiesta anche mediante email a: 

Soggetto           Dati anagrafici                                    Contatto tel.                  email 

Titolare                Comune di TAVULLIA                    0721 477911                 comune@pec.comuneditavullia.it  

Sub-titolare        Responsabile Area Servizi              0721 477904/05             mercolini@comuneditavullia.it

                        Alla Persona -Dr.ssa Piatti Barbara

DPO  (Responsabile     Dr.Bruno Rosati                     0721 477914​             rosati@comuneditavullia.it

Protezione Dati)                       

 

COMUNICAZIONE DI AVVIO DEL PROCEDIMENTO

Articoli 7 e 8 della legge 7 agosto 1990, n. 241 e successive modificazioni, in relazione alla richiesta in oggetto avanzata a questo Ufficio Servizi Sociali, si comunica:

a) Amministrazione competente: Comune di Tavullia – Ufficio Servizi Socio-educativi;

b) Responsabile del Procedimento. Sig.ra Mercolini Susanna

c) Inizio e termine del procedimento: l’avvio del procedimento decorre dalla data di ricevimento, presso il Servizio Protocollo del Comune di Tavullia, della presente domanda; dalla stessa data i termini di conclusione del procedimento sono indicati in 90 gg, in ottemperanza a quanto stabilito nel Regolamento Comunale per l’erogazione di prestazioni sociale agevolale;

d) Rimedi Esperibili in caso di inerzia dell’Amministrazione: ricorso al (T.A.R. Marche) finchè perdura l’inadempimento e comunque non oltre un anno dalla scadenza dei termini di conclusione del procedimento;

e) Richiesta per l’accesso agli atti presso l’Ufficio Relazioni con Pubblico Comunale

f) Il potere sostitutivo a concludere il procedimento, ai sensi dell’art.2, commi 9 bis e 9 ter, della L. 241/1990 e s.m.i., è stato attribuito al 
Segretario Comunale;

 

Allegati

Ultimo aggiornamento

Giovedi 07 Ottobre 2021